www.LeMieScienze.net

 

Torna alla home page

Resta aggiornato sulle novità del sito

Inviaci una mail

 

 
 

I margini convergenti

 

 Materiale per la scuola superiore

 

Argomenti simili:

 

 - La teoria dell'espansione dei fondali oceanici - scuola media

- Avvicinamento delle placche - scuola superiore

- Le placche litosferiche - scuola superiore

- L'orogenesi - scuola superiore

La teoria della deriva dei continenti - scuola superiore

- Il paleomagnetismo - scuola superiore

- I punti caldi e i movimenti delle placche - scuola superiore

- Cause dei movimenti delle placche - scuola superiore

 
 

 

 
MARGINI CONVERGENTI

I margini convergenti sono quelli di due placche che si muovono l'una verso l'altra.

Essi sono detti anche distruttivi: perché, quando due placche si scontrano si generano forti pressioni che deformano la litosfera

L'alterazione della litosfera può avvenire in tre modi diversi.

 

Margini convergenti

 

 

SCONTRO TRA UNA LITOSFERA CONTINENTALE E UNA LITOSFERA OCEANICA

Quando a scontrarsi sono una litosfera continentale e una litosfera oceanica si verifica il fenomeno della subduzione.

La litosfera oceanica, più densa e sottile, scivola sotto la litosfera continentale che, essendo più leggera e spessa, tende a galleggiare.

Nel punto in cui la litosfera oceanica inizia a scivolare sotto quella continentale si forma la fossa oceanica: qui vengono raggiunte le maggiori profondità marine.

Scontro tra una litosfera oceanica e una litosfera continentale

 

La superficie lungo la quale la placca oceanica scorre sotto quella continentale è detta piano di Beioff: qui si crea un forte attrito tra le due placche che è la causa di molti terremoti.  Questi terremoti avranno un ipocentro via via più profondo, mano a mano che ci si allontana dalla fossa oceanica.

Più la placca oceanica sprofonda, più va incontro ad un aumento di temperatura e di pressione che porta alla formazione di rocce metamorfiche

Raggiunta una certa profondità, la temperatura diventa tale che le rocce fondono e si forma il magma. Questo, essendo meno denso del materiale che lo sovrasta, tende a risalire. Quando il magma risale, poiché la temperatura si abbassa, si solidifica formando rocce granitiche che vanno a rendere più spessa la litosfera.

Parte del magma, invece, raggiunge la superficie determinando fenomeni vulcanici.

 

SCONTRO TRA DUE LITOSFERE OCEANICHE

Anche nel caso in cui si dovessero scontrare tra loro due litosfere oceaniche, si verifica il fenomeno della subduzione, poiché una delle due placche scivolerà sotto l'altra.

In questo caso, però, il magma risale nell'oceano aperto e determina la formazione di archi insulari, detti anche archi vulcanici. Questi sono delle catene di isole vulcaniche disposte lungo una curva.

Scontro tra due litosfere oceaniche

 

SUBDUZIONE  E ESPANSIONE DEI FONDALI OCEANICI

Se, da una parte, l'espansione dei fondali oceanici porta alla creazione di nuova litosfera, dall'altra la subduzione invece consuma la litosfera: questo spiega perché il volume complessivo della Terra rimane sempre invariato.

 

SCONTRO TRA DUE LITOSFERE

Se lo scontro avviene tra due litosfere continentali accade che, lungo il margine di contatto delle due placche, si ha una compressione che porta alla deformazione delle rocce con la formazione di catene montuose, di pieghe e faglie. Il processo che porta alla formazione di nuove montagne prende il nome di orogenesi.

Lungo tali margini sono molto frequenti i terremoti.

 

Scontro tra due litosfere continentali

 

 

Altri argomenti sul modellamento della Terra, sui vulcani e i terremoti

 

 

 
 
 
Gli argomenti presenti sul sito

 

SchedeDiGeografia.net
 
StoriaFacile.net
 
LezioniDiMatematica.net
 
www.DirittoEconomia.net
 
www.EconomiAziendale.net
 
MarchegianiOnLine.net
 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. 

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore. Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681