www.LeMieScienze.net

 

Torna alla home page

Resta aggiornato sulle novità del sito

Inviaci una mail

 

 
 

Vari tipi di precipitazioni

 

 Materiale per la scuola superiore

 

Argomenti simili:

 

- Perché piove o nevica? - scuola elementare

- Perché grandina? - scuola elementare

 - Cosa sono le precipitazioni? - scuola elementare

- Le precipitazioni atmosferiche - scuola media

 
 

 

 
TIPI DI PRECIPITAZIONI

Le precipitazioni possono essere di vari tipi. Esistono precipitazioni:

  • liquide, ovvero la pioggia;
  • solide, cioè:
    • la neve;
    • la grandine.

     

Esistono poi delle precipitazioni che si formano al suolo e possono essere, anch'esse:

  • liquide, ovvero la rugiada;
  • solide, ovvero la brina

 

PIOGGIA

Come sappiamo le nuvole non sono altro che minuscole goccioline di acqua che si formano quando il vapore acqueo presente nell'atmosfera si raffredda e condensa.

Queste goccioline hanno una diametro che, mediamente, si aggira intorno a 0,02 millimetri. Esse, però, si possono unire tra loro in modo da diventare più grandi e pesanti. Se il loro peso aumenta notevolmente tanto da raggiungere un diametro che va all'incirca da 0,5 a 3 millimetri (quindi crescono da 25 a 150 volte), non riescono più a restare sospese nell'aria e precipitano sotto forma di pioggia a causa della forza di gravità.

 

NEVE

Quando le gocce di pioggia incontrano temperature inferiori allo zero si forma la neve.

 

GRANDINE

La grandine si forma nelle nubi dette cumulonembi che si trovano a partire dai 2.000 metri di altitudine e possono raggiungere anche gli 8.000 metri.

Come sappiamo, nella Troposfera la temperatura scende di 6°C ogni km, quindi se ipotizziamo che a 2.000 metri vi sia una temperatura di 18°C, a 8.000 metri la temperatura sarà di -18°C   (8.000 m - 2.000 m = 6.000 m = 6 km /  6° x 6 km = 36 ° di diminuzione della temperatura /   18°C - 36°C = -18°C).

Come sappiamo l'aria calda, essendo più leggera tende a salire, mentre quella fredda, più pensante, tende a scendere. All'interno dei cumulonembi, si creano quindi delle correnti di aria calda ascensionali che spingono le gocce d'acqua verso l'alto. Qui, esse, ghiacciano data la bassa temperatura. A causa del peso, per gravità, i chicchi di ghiaccio cadono verso il basso, alla base della nube, dove si rivestono di uno strato sottile di acqua.

Quando le correnti ascensionali sono molto forti, il chicco di grandine viene sospinto nuovamente verso l'alto dove, il velo d'acqua ghiaccia e da vita ad un nuovo strato di ghiaccio. Questo processo può andare avanti più volte in modo da far sì che il chicco di grandine diventi sempre più grosso fino a quando sarà talmente pesante da cadere al suolo.

 

RUGIADA

Quando l'aria, al suolo, si raffredda come accade ad esempio nelle ore notturne, il vapore acqueo in essa presente si trasforma in piccole gocce d'acqua che prendono il nome di rugiada.

 

BRINA

La brina è una precipitazione solida che si forma al suolo quando la temperatura scende sotto lo zero: in queste condizioni l'umidità presente nell'acqua condensa in modo da creare un velo di cristalli di ghiaccio.

 

 Altri argomenti sul tempo e sul clima

 

 

 
 
 
Gli argomenti presenti sul sito

 

SchedeDiGeografia.net
 
StoriaFacile.net
 
LezioniDiMatematica.net
 
www.DirittoEconomia.net
 
www.EconomiAziendale.net
 
MarchegianiOnLine.net
 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. 

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore. Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681