www.LeMieScienze.net

 

Torna alla home page

Resta aggiornato sulle novità del sito

Inviaci una mail

 

 
 

Gli strati dell'atmosfera

 

 Materiale per la scuola superiore

 

Argomenti simili:

 

- L'atmosfera - scuola elementare

- Quali sono gli strati dell'atmosfera? - scuola media

- Il buco dell'ozono- scuola superiore

 
 

 

 

STRATI DELL'ATMOSFERA

L'atmosfera può essere immaginata come formata da 5 strati:

  • la Troposfera;
  • la Stratosfera;
  • la Mesosfera;
  • la Termosfera;
  • l'Esosfera.

 

 

TROPOSFERA

La Troposfera è lo strato dell'atmosfera più vicino alla Terra

Il suo spessore è di circa 11 km: questo è un valore medio, infatti lo spessore della Troposfera è maggiore all'Equatore, dove raggiunge i 16-17 km, e minore ai Poli, dove è di soli 7-8 km.

Il termine Troposfera viene dal greco e significa sfera del cambiamento

In questa sfera vi è una notevole concentrazione di valore acqueo e qui avvengono i fenomeni atmosferici.

Proprio per questa ragione, gli aerei di linea, volano normalmente ad una quota di 12.000 m, quindi appena sopra la Troposfera, in modo da evitare le perturbazioni. 

 

STRATOSFERA

Subito dopo la Troposfera troviamo la Stratosfera: essa va, all'incirca, dagli 11 km ai 50 km.

Al suo interno vi è una fascia detta Ozonosfera perché ricca di ozono.

Nella Stratosfera la temperatura inizia ad aumentare: inizialmente in modo contenuto, poi in modo sempre maggiore. Questo aumento di temperatura è dovuto al calore prodotto nell'Ozonosfera durante la formazione dell'ozono. L'ozono è una molecola formata da tre atomi di ossigeno legati tra loro (O3).  L'ozono si forma, partendo dal normale ossigeno (O2), una volta che esso viene colpito dai raggi ultravioletti. L'ozono assorbe la maggior parte dei raggi ultravioletti e rilascia energia sotto forma di calore: ciò spiega l'aumento della temperatura via via che si passa dalla Troposfera agli strati più alti della Stratosfera.

L'Ozonosfera, assorbendo la gran parte dei raggi ultravioletti, impedisce a questi di raggiungere la superficie terrestre dove avrebbero gravi conseguenze per gli esseri viventi.

 

MESOSFERA

La Mesosfera va dai 50 agli 80 km di quota.

In questo strato dell'atmosfera la temperatura si abbassa rapidamente, all'aumentare della quota, fino a raggiungere i -80 °C.

In questa fascia dell'atmosfera, all'alba o al tramonto, è possibile a volte notare un fenomeno che prende il nome di nubi nottilucenti, dette anche nubi polari mesosferiche. Si tratta di piccoli cristalli di ghiaccio che, illuminati dal Sole, danno vita a dei leggeri bagliori.

 

TERMOSFERA

La Termosfera si estende al di là degli 80 km di quota.

Il termine Termosfera viene dal greco thermòn  che significa calore. Infatti, in questo strato, la temperatura aumenta fino a raggiungere circa 1.200 °C

 

IONOSFERA

Nella Mesosfera e nella Termosfera, in una fascia compresa tra i 70 e i 1.000 km di quota, si trova la Ionosfera ovvero uno strato formato da particelle di gas che, in seguito alle radiazioni solari, diventano elettricamente cariche (gli ioni).

La Ionosfera è importante per la trasmissione delle onde elettromagnetiche. Agli inizi del '900 Guglielmo Marconi notò che le onde radio trasmesse dall'Inghilterra erano giunte in Canada grazie al fatto che esse si riflettevano sulla Ionosfera.

Nella Ionosfera sono osservabili anche le aurore boreali, ovvero dei bagliori colorati che si manifestano nelle vicinanze dei Poli e che si verificano in quanto, il vento solare, ovvero particelle cariche di energia emanate dal Sole, interagisce con i gas presenti nella Ionosfera emettendo luce avente varie lunghezze d'onda.

 

ESOSFERA

L'Esosfera è l'ultimo strato dell'atmosfera, al di là di esso vi è lo spazio interplanetario. 

Qui i gas sono estremamente rarefatti e le temperature raggiungono i 2.000 °C.

 

 

 Altri argomenti sull'aria e l'atmosfera

 

 

 
 
 
Gli argomenti presenti sul sito

 

SchedeDiGeografia.net
 
StoriaFacile.net
 
LezioniDiMatematica.net
 
www.DirittoEconomia.net
 
www.EconomiAziendale.net
 
MarchegianiOnLine.net
 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. 

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore. Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681