www.LeMieScienze.net

 

Torna alla home page

Resta aggiornato sulle novità del sito

Inviaci una mail

 

 
 

Formazione e dissoluzione delle nuvole

 

 Materiale per la scuola superiore

 

Argomenti simili:

 

- Perché si formano le nuvole? - scuola elementare

- Quanti tipi di nuvole esistono? - scuola media

 
 

 

 
NUVOLE

Le nuvole, dette anche nubi, si formano quando il vapore acqueo contenuto nell'atmosfera, raffreddandosi condensa dando vita a piccole goccioline.

 

FORMAZIONE DELLE NUVOLE

Nell'atmosfera è sempre presente una certa quantità di vapore acqueo.

Dato un certo volume di aria, la quantità massima di vapore acqueo che può essere sciolto in esso, dipende dalla temperatura: all'abbassarsi della temperatura diminuisce la quantità massima di vapore acqueo che può essere sciolto in un dato volume di aria e viceversa.

Esempio:

ad una temperatura di 40° C, un metro cubo di aria contiene poco più di 54 g di vapore acqueo. Se la temperatura scende a 20° C, lo stesso metro cubo di aria, contiene quasi 18 g di vapore acqueo. A 0° C, sempre lo stesso metro cubo di aria, conterrà poco meno di 5 g di vapore acqueo e così via.

Immaginiamo che il nostro metro cubo di aria si trovi a 40° C e venga raffreddato in modo che la temperatura si abbassi a 0°C. L'aria, che prima conteneva 54 g di vapore acqueo, ora ne conterrà solo 5 g. E i restanti 49 g di vapore acqueo? Essi condensano e vengono trasformati in goccioline di acqua.

Quindi, quando la temperatura dell'aria satura (cioè che contiene la massima quantità di vapore acqueo) si abbassa, parte del vapore acqueo presente nell'atmosfera condensa dando vita a delle goccioline di acqua così piccole che rimangono sospese nell'aria. Queste goccioline hanno un diametro di circa 0,02 mm, di conseguenza non sono visibili una ad una, ma tutte insieme vanno a formare una nuvola.

 

NUCLEI DI CONDENSAZIONE

Il processo di formazione delle nuvole è favorito dalla presenza, nell'aria, di piccole particelle solide di varia natura che prendono il nome di nuclei di condensazione

Si tratta di particelle igroscopiche, cioè particelle che hanno la capacità di assorbire con molta facilità, le molecole di acqua presenti nell'ambiente circostante.

Queste particelle sono formate da:

  • piccolissimi cristalli di sale che hanno avuto origine dagli spruzzi dell'acqua del mare;
  • polline;
  • granelli di polvere.

 

CAUSA DEL RAFFREDDAMENTO DELL'ARIA

Perché l'aria si raffredda dando luogo alla formazione delle nuvole?

La Troposfera, che è lo strato di atmosfera più vicino alla Terra, non ha una temperatura costante, ma questa diminuisce all'aumentare dell'altitudine. 

Di conseguenza, quando una massa d'aria umida sale, si raffredda e si formano le nubi.

Viceversa, quando una massa d'aria scende, si riscalda e le nuvole si dissolvono.

 

DISSOLUZIONE DELLE NUVOLE

Quando la massa d'aria nella quale sono presenti delle nuvole si riscalda, le goccioline che formano la nube si trasformano nuovamente in vapore acqueo e la nuvola si dissolve.

 

 Altri argomenti sul tempo e sul clima

 

 

 
 
 
Gli argomenti presenti sul sito

 

SchedeDiGeografia.net
 
StoriaFacile.net
 
LezioniDiMatematica.net
 
www.DirittoEconomia.net
 
www.EconomiAziendale.net
 
MarchegianiOnLine.net
 

Questo sito viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. 

Il materiale presente sul sito non può essere riprodotto senza esplicito consenso dell'autore. Le immagini presenti sul sito non hanno alcun rigore scientifico e hanno lo scopo esclusivo di favorire la comprensione dei testi.

Disclaimer-Privacy

Partita IVA: 02136250681