VARI TIPI DI ACQUA

Materiale per la scuola media
Argomenti simili:
Acqua dolce e acqua salata - scuola elementare
Perché l'acqua del mare è salata? - scuola elementare

CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE

Le acque possono essere classificate:

  • in base alla loro provenienza;
  • in base al loro utilizzo.

CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE IN BASE ALLA LORO PROVENIENZA

In base alla loro provenienza distinguiamo le acque in:

  • acque meteoriche, ovvero le precipitazioni atmosferiche come pioggia, grandine, brina, rugiada;
  • acque superficiali che a loro volta si differenziano in:
  • acque sotterranee, ovvero le acque che si trovano nel sottosuolo. Esse sono acque piovane che penetrano nel terreno fino a che non incontrano uno strato di roccia impermeabile che non le lascia passare, portando così alla formazione delle falde freatiche;
  • acque sorgive, cioè acque meteoriche che sono penetrare nel terreno e successivamente affiorano in superficie:
    • spontaneamente, nelle sorgenti;
    • artificialmente in seguito alla costruzione di pozzi.

    Le acque delle sorgenti possono essere, a loro volta, distinte in:

    • acque potabili;
    • acque minerali;
    • acque termali;
    • acque termominerali.

CLASSIFICAZIONE DELLE ACQUE IN BASE AL LORO UTILIZZO

In base alla loro utilizzazione distinguiamo le acque in:

  • acque minerali, cioè acque che sgorgano spontaneamente da sorgenti perenni naturali o perforate dall'uomo. Perché un'acqua sia considerata minerale deve avere caratteristiche igieniche particolari e proprietà favorevoli alla salute;

    Le acque minerali, a loro volta, si dividono in base alla quantità di sali minerali in esse disciolte in:

    • acque oligominerali aventi un basso contenuto di sali minerali e, quindi, di facile digestione;
    • acque medio minerali, con un maggior contenuto di sali minerali;
    • acque minerali propriamente dette, ricche di sali minerali;
  • acque potabili, ovvero acque sorgive, come quelle minerali, ma che non presentano particolari caratteristiche igieniche e proprietà favorevoli alla salute;
  • acque industriali, cioè acque che per le loro caratteristiche possono essere impiegate nei processi industriali. Ad esempio le acque usate nelle caldaie non devono contenere sostanze che potrebbero provocare incrostazioni;
  • acque agricole, cioè acque che non contengono sostanze che possono essere dannose per le colture.

 
 


SchedeDiGeografia.net

Storiafacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

MarchegianiOnLine.net