LE RADICI DELLE PIANTE: I VARI TIPI DI RADICI

Materiale per la scuola elementare
 

La radice è quella parte della pianta che, generalmente, cresce sottoterra.

Radici

Le radici hanno una duplice funzione:

  • fissare la pianta al suolo;
  • assorbire acqua e sali minerali che servono da nutrimento alla pianta.

Le radici delle piante non sono tutte uguali. Ci sono quattro tipi diversi di radici:

  • quelle a fittone;
  • quelle fascicolate;
  • quelle tubercolate;
  • quelle avventizie.

Le radici a fittone sono formate da un grosso cono che scede dritto nel terreno e da cui partono delle sottilissime radici secondarie.

Hanno le radici a fittone le carote e le barbabietole.

Radice a fittone

Le radici fascicolate sono formate da un fascio di radici, più o meno della stessa lunghezza e dello stesso spessore.

Hanno le radici fascicolate l'aglio, le cipolle, il grano, l'orzo.

Radici fascicolate

Le radici tubercolate sono delle radici rigonfie che, spesso, sono chiamate bulbi. La loro forma è dovuta al fatto che queste radici servono ad accumulare le sostanze nutritive per la pianta.

Hanno le radici tubercolate i ravanelli.

Radici tubercolate

Hanno delle radici avventizie le piante rampicanti, come l'edera. Sono radici molto sottili che, a differenza delle altre, non crescono sotto terra ma lungo il fusto della pianta per permetterle di aggrapparsi a muri, pietre o ai tronchi degli alberi.

Non trovandosi sotto il suolo, queste radici non assorbono il nutrimento dal terreno, ma prelevano l'umidità dall'ambiente esterno.

Radici avventizie

 
 
 


SchedeDiGeografia.net

Storiafacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter