VERIFICA SUI TERREMOTI

Materiale per la scuola superiore
Verifiche sullo stesso argomento:
Verifica sui vulcani e i terremoti - scuola elementare
Verifica sui terremoti e i vulcani - scuola media
Verifica sui terremoti e i vulcani - scuola media
Verifica sulle placche litosferiche - scuola superiore
Verifica sui vulcani - scuola superiore
Verifica sul modellamento della Terra - scuola superiore

Per ogni domanda scegli la risposta o le risposte esatte.

1. Si chiamano terremoti ricorrenti:

  1. i terremoti che si verificano a distanza di poche ore gli uni dagli altri;
  2. i terremoti che si verificano quando le rocce ai margini di una faglia preesistente riprendono a spostarsi;
  3. i terremoti nei quali si registrano sia onde P ed S, che onde superficiali.

2. Quando uno tsunami si avvicina alla costa:

  1. aumenta la lunghezza delle onde;
  2. aumenta l'altezza delle onde;
  3. aumenta la velocità delle onde.

3. Le onde L presentano le seguenti caratteristiche:

  1. sono più lente delle onde P, ma più veloci delle onde S;
  2. si propagano anche a migliaia di chilometri di distanza;
  3. provocano oscillazioni trasversali nelle particelle delle rocce, rispetto alla direzione di propagazione;
  4. non sono particolarmente pericolose.

4. La magnitudo viene determinata in base all'ampiezza:

  1. delle onde L;
  2. delle onde S;
  3. delle onde P;
  4. di tutte e tre le onde.

5. Le faglie trascorrenti sono:

  1. faglie nelle quali le due parti di roccia scorrono verticalmente l'una in direzione opposta all'altra;
  2. faglie nelle quali le due parti di roccia scorrono orizzontalmente l'una in direzione opposta all'altra;
  3. faglie nelle quali le due parti di roccia si allontanano una dall'altra;
  4. faglie nelle quali le due parti di roccia si avvicinano una all'altra.

6. I terremoti sono vibrazioni che si propagano sotto forma di:

  1. onde magnetiche;
  2. onde sismiche;
  3. energia elastica.

7. Le pieghe si formano quando:

  1. forze di compressione agiscono su rocce fragili andando a deformarle e ad incurvarle;
  2. forze di compressione agiscono su rocce duttili andando a deformarle e ad incurvarle;
  3. forze di stiramento agiscono su rocce duttili andando a deformarle e ad incurvarle;
  4. forze di stiramento agiscono su rocce fragili andando a deformarle e ad incurvarle.

8. Nel nucleo esterno le onde S si estinguono. Questo fa ritenere che:

  1. il nucleo esterno è allo stato solido nonostante le elevate temperature;
  2. il nucleo esterno è allo stato liquido perché tali onde non si propagano nei liquidi;
  3. il nucleo esterno è formato da un materiale parzialmente solido perché l'elevata pressione non ne permette la completa fusione.

9. La magnitudo esprime la forza di un terremoto in base:

  1. all'energia da esso liberata;
  2. ai danni provocati;
  3. alle vittime causate.

10. La velocità di propagazione delle onde sismiche è:

  1. maggiore quando attraversano materiale rigido e denso;
  2. maggiore quando attraversano materiale flessibile e fluido;
  3. non varia al variare del tipo di rocce attraversate.

 
 


SchedeDiGeografia.net

Storiafacile.net

LezioniDiMatematica.net

DirittoEconomia.net

EconomiAziendale.net

MarchegianiOnLine.net

Newsletter

Se vuoi essere informato ogni volta che il nostro sito viene aggiornato, iscriviti alla newsletter